La Veggia

Laveggia interpreta la nuova espressione di un’azienda nata nel 1964 modificandosi nel corso degli anni per raggiungere una nuova identità nel 2008. Attraverso una radicale ricapitalizzazione sia di uomini che di mezzi si trasforma in quella che oggi potremo definire un’azienda nuova che guarda al futuro senza perdere di vista l’esperienza in cui affonda le proprie radici.

Marzo si veste di Carta e Cartone

//Marzo si veste di Carta e Cartone

Quest’anno Marzo si veste di carta e cartone

Oltre 30 eventi in calendario per la prima edizione del Mese del riciclo, la campagna nazionale promossa e organizzata da Comieco in collaborazione con la Federazione della Filiera della carta e della grafica, Assocarta e Assografici e Unirima e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Da Milano con Palacomieco a Tempo di Libri, alla ‘Carta al tesoro’ di Roma, sino al tradizionale Riciclo Aperto: un ricco calendario di appuntamenti per raccontare quanto carta e cartone, grazie al riciclo, siano amici di tutti gli italiani.

Il Mese del riciclo di Carta e Cartone, metterà in evidenza quanto carta e cartone siano amici degli italiani e delle loro città, e ancor più quale sia il loro valore in differenti ambiti della vita. Iniziative culturali, appuntamenti educativi e incontri informativi, il Mese di Marzo sarà l’occasione per spiegare le qualità e le potenzialità di questo materiale e della filiera cartaria, perfetto esempio di economia circolare.

Carta e cartone ci circondano e accompagnano nelle nostre principali attività: sono cultura, informazione, arte, protezione di prodotti e alimenti, economia.

Carta e cartone sono cultura. Dai libri di letteratura, prosa e poesia, alla fotografia, agli spartiti musicali o ai copioni teatrali, la carta è da sempre veicolo di conoscenza, tradizione e sapere.

Carta e cartone sono arte. Così un semplice cubo di cartone, riciclato e creativamente reinterpretato da 80 artisti dell’Associazione culturale NOIBRERA, può diventare vera e propria opera d’arte.

Carta e cartone sono economia e occupazione. L’industria cartaria, con 7 miliardi di fatturato, è parte di una filiera che, solo in Italia, “vale” 31 miliardi di euro, con 200.000 addetti e 680.000 nell’indotto. Parliamo di una filiera circolare, “chiusa”, nella quale il rifiuto, grazie all’attività coordinata dell’industria del riciclo, torna ad essere materia prima: il materiale cellulosico correttamente differenziato dai cittadini viene raccolto dal Comune o, per esso, dal gestore del servizio, portato in piattaforma, selezionato, lavorato e, una volta reso idoneo ad essere reintrodotto nei cicli produttivi, trasferiti in cartiera dove diventano carta pronta per essere utilizzata per nuovi prodotti cartari.